Agonismo surf casting: le regole per le gare del 2014

In abbinamento al numero della rivista di marzo 2014 che affronterà sia le date che le regole agonistiche FIPSAS per l’anno in corso, pubblichiamo una selezione degli articoli della circolare normativa FIPSAS che apportano delle modifiche interessanti per tutti coloro che parteciperanno a una gara di pesca, anche a livello locale.

Potete dunque leggere evidenziate in grassetto le parti che cambiano.

Ringraziamo come sempre Eugenio Ucci per l’aiuto nell’affrontare questo particolare argomento, e passiamo all’analisi di alcuni articoli della Circolare Normativa 2014:

 

9.1. PREDE VALIDE

La misura del pescato deve essere effettuata dalla punta delle labbra (bocca chiusa),all’estremità della coda nella sua massima estensione.

 

7.1. PARTECIPANTI

In tutti i campionati agonistici organizzati dalla Federazione(quindi ad esclusione dei campionati sociali) è richiesta una certificazione attestante l’idoneità fisica alla pratica di attività sportiva (DM 28 febbraio 1983) rilasciata dallo specialista in Medicina dello Sport o dal proprio medico di base. L’attività sportiva del Settore Acque Marittime è consentita con il possesso del solo certificato sportivo non agonistico ai soggetti di età compresa tra i 10 e 75 anni. Una autocertificazione attestante l’idoneità dell’atleta alla pratica sportiva non viene riconosciuta ai termini di legge.

 

19.2.19. CAMPIONATO ITALIANO OVER 50 2014

Al Campionato Italiano 2014 possono partecipare tutti i tesserati FIPSAS nati nel 1964 o negli anni precedenti. Il Campionato si svolgerà in un’unica prova. L’Atleta primo classificato sarà proclamato “Campione d’Italia 2014 di Surf Casting Over 50” e acquisirà il diritto di partecipare alla fase finale del Campionato Italiano Individuale Maschile del 2015. Nel 2015 il “Campionato Italiano di Surf Casting Over 50” non verrà disputato e al suo posto verrà indetto il “Campionato Italiano di Surf Casting 55”.

 

19.2.14. SQUADRA NAZIONALE SENIORES 2014

La Squadra Nazionale di Surf Casting Seniores per l’anno 2014 sarà composta da 6 Atleti:

-l’eventuale Campione Mondiale 2013;

-i primi tre Atleti classificati nel Club Azzurro 2014;

-il Campione Italiano 2013 qualora si qualifichi al 4° posto al Club Azzurro 2014;

-i rimanenti, fino al raggiungimento del numero massimo di 6, scelti dal Commissario Tecnico tra gli Atleti classificati nei primi 20 posti del Club Azzurro 2014.

 

19.2.12. MODALITÀ DI SORTEGGIO PER IL CAMPIONATO ITALIANO MASCHILE 2014

I 200 atleti finalisti per la prima prova verranno sorteggiati e divisi casualmente nelle 2 zone, formate ognuna da 10 settori. Nella seconda prova avverrà lo scambio delle zone e il relativo sorteggio dei settori e del posto gara.Nella terza e quarta prova i 200 partecipanti verranno sorteggiati esclusivamente con il criterio delle teste di serie.Nelle gare individuali che prevedono la presenza di “teste di serie”, i concorrenti dovranno essere sorteggiati consecutivamente a partire dal miglior classificato fino al peggiore. Si farà cioè sorteggiare al primo classificato un posto in uno dei settori in cui è suddiviso il Campo di Gara, poi il secondo classificato della classifica generale parziale verrà sorteggiato in uno degli altri settori, escludendo cioè il settore al quale è già stato assegnato il primo concorrente; il sorteggio proseguirà in questo modo sempre seguendo l’ordine di classifica fino a che non sarà stato dislocato un concorrente in ciascuno dei settori. A questo punto si prosegue il sorteggio iniziando di nuovo a distribuire casualmente i concorrenti nei vari settori fino a disporne 2 in ciascun settore e così via fino a completamento di tutti i settori.

 

19.2.11. CAMPIONATO ITALIANO MASCHILE 2014

Il Campionato Italiano 2014 si svolgerà in 4 prove. Concorrenti ammessi al massimo 200 così ripartiti:

-110 Atleti provenienti, per quorum, direttamente dalle Selettive Provinciali 2013;

-i primi 20 classificati del Club Azzurro 2014 (20);

-il Campione Italiano Over 50 del 2013 (01);

-i componenti la Squadra Nazionale Under 21 2013 che abbiano superato il limite di età;

-i rimanenti, fino al raggiungimento del numero massimo di 200, dalle prove regionali/interregionali 2013.

L’Atleta primo classificato sarà proclamato Campione d’Italia di Surf Casting Maschile 2014. Se il Campione Italiano occuperà il 4° posto nella classifica del Club Azzurro 2015, farà parte di diritto della Nazionale 2015 rappresentando di per se una scelta obbligata. Al termine del Campionato i primi 20 classificati acquisiranno il diritto di partecipare al Club Azzurro 2015 che si svolgerà nel primo semestre 2015. I classificati dal 21° al 40° posto parteciperanno alla fase regionale di competenza del 2015.

 

19.2.10. SELEZIONI REGIONALI/INTERREGIONALI 2014

Entro il mese di GIUGNO 2014 dovranno essere disputate le Selezioni Regionali/Interregionali per l’ammissione al Campionato Italiano 2014. Alle Selettive Regionali/Interregionali saranno ammessi coloro che hanno partecipato alle rispettive Selettive Provinciali in numero proporzionale a quello dei partecipanti alle Selettive stesse. Il numero degli Atleti aventi diritto sarà determinato in base alla media di partecipazione fisica nelle prime due prove del Campionato Provinciale 2013. Le prove di Selezione Regionali/Interregionali 2014 dovranno essere due, PREVEDERE LA DATA DI RISERVA e dovranno essere preventivamente iscritte nel Calendario Nazionale Gare. Le Selezioni Regionali/Interregionali dovranno essere disputate da un minimo di 30 Atleti e prevedere la partecipazione di almeno due Province. In caso di mancato raggiungimento di tale minimo, dovrà essere prevista un’apposita Selettiva Interregionale che aggregherà due o più Regioni, il tutto su precise indicazioni da parte del Settore Mare. In queste Selettive sarà obbligatorio l’utilizzo di una sola canna ed è l’applicazione del criterio del C&R. Per il passaggio al turno successivo si terrà conto in primis se il diritto è stato acquisito a livello provinciale e successivamente a livello Regionale. Per quanto riguarda gli eventuali recuperi si procederà come segue:

– Qualora i diritti attribuiti ad ogni provincia per partecipare alla fase finale del Campionato Italiano, non vengano esercitati, i posti resisi vacanti verranno attribuiti a livello regionale.

– Qualora un atleta pur classificatosi nella successiva fase regionale, acquisisca successivamente il diritto anche nella fase provinciale, lo stesso deve essere esercitato nella fase provinciale e il posto resosi vacante nella classifica regionale sarà occupato da chi segue in classifica.

 

19.2.9. SELEZIONI PROVINCIALI DI SURF CASTING 2014

La partecipazione al Campionato Provinciale è necessaria per l’ammissione al Campionato Italiano. Le prove di Selezione Provinciale valide per l’ammissione al Campionato Italiano 2015 dovranno essere almeno due e dovranno essere iscritte preventivamente nel Calendario Gare Nazionale e potranno essere disputate con una o due canne a discrezione della Sezione Provinciale competente. Per consentire un’idonea scelta delle migliori date possibili per l’effettuazione delle Selezioni Provinciali, che può ovviamente variare a seconda della dislocazione geografica, viene lasciata libertà di scelta alle Sezioni Provinciali stesse. Le Selezioni Provinciali dovranno essere effettuate entro il 30/11/2014. Nel limite del possibile i Coordinatori Regionali dovranno adoprarsi affinché tali date non vadano a sovrapporsi a quelle dei Trofei, eventualmente facendo in modo che le Province della stessa Regione programmino le prove nelle stesse date. Per facilitare l’opera di programmazione, da parte dei Coordinatori Regionali e dei Responsabili Provinciali l’ultimo sabato di ogni mese dovrà essere lasciato libero da Selettive Provinciali in modo da potervi organizzare dei Trofei. La Selezione Provinciale è valida se i partecipanti alla prima prova sono almeno 15. Nel caso in cui tale minimo non venga raggiunto si dovrà procedere come stabilito nella precedente parte generale Per l’omologazione del Campionato Provinciale, da parte del Comitato di Settore, si raccomanda di rispettare quanto stabilito dalla presente Circolare Normativa nella sezione delle disposizioni generali. Il rapporto del Giudice di Gara unitamente alle classifiche deve essere custodito dall’Associazione Provinciale. Entro il 31 dicembre 2014, al fine di procedere al computo del quorum sia per l’ammissione al Campionato Italiano 2015 che alle prove regionali di recupero, si dovrà inserire nel “Calendario Gare Informatico” la classifica finale, completa di tutti i partecipanti. Per l’ammissione diretta al Campionato Italiano 2015, si terrà conto del numero, determinato dalla media, delle presenze fisiche nelle prime due prove del Campionato Provinciale 2014; Per l’ammissione alle prove regionali/interregionali si adotterà lo stesso criterio di cui sopra.In assenza della documentazione sopra richiesta, o di comunicazioni in merito alla difficoltà di inserimento o quant’altro, le Province inadempienti verranno escluse e non potranno in nessun modo partecipare alla fase successiva.

 

19.1.10. OPERAZIONI DI PESATURA

Nel caso che non sia prevista la sola misurazione delle prede, le operazioni di pesatura possono aver luogo sul campo gara 5 minuti dopo il segnale di termine della prova (in caso di manifestazione con pesce in vivo), oppure al posto di raduno entro al massimo 60 minuti dal segnale di termine gara.

 

19.1.9. DURATA DELLE COMPETIZIONI

La durata massima delle competizioni è di 4 ore(per i rallies 12 ore). Le gare hanno comunque termine nel momento in cui il Direttore di Gara ne segnala la fine.

 

19.1.8. PUNTEGGIO DA ATTRIBUIRE AL PESCATO

In tutte le Manifestazioni Ufficiali (Regionali, Zonali, Interregionali, Campionati di Eccellenza, Campionati Italiani e Club Azzurro) sarà obbligatorio adottare il sistema del C&R, fatte salve eventuali deroghe concesse dal Comitato di Settore. Nelle manifestazioni in cui è previsto il C&R, la misura minima per tutte le specie è riportata nella tabella FIPSAS. In queste manifestazioni l’assegnazione del punteggio, potrà essere attribuito in base:

– alla lunghezza espressa in centimetri;

– alla tabella di conversione (centimetri=punteggio) della FIPSAS.

Per le altre manifestazioni, qualora non sussistano le condizioni per applicare correttamente ed efficacemente il sistema del C&R, si potrà operare

1) nel modo classico attribuendo 1 punto a grammo. Sempre per queste manifestazioni potrà essere presa in considerazione dal Comitato di Settore l’adozione di un “bonus preda” che potrà essere da 0 fino a un massimo di 50 punti;

2) una soluzione mista che dia la possibilità di adottare sia il sistema del C&R, sia quello della preda “non in vivo”, a seconda del tipo di preda (es: le aguglie e le lecce stella, che hanno una mortalità quasi certa, potranno essere portate alla pesa, mentre tutte le altre specie potranno essere trattate con il sistema C&R.

Davide Di Blasi

Non c'è una pesca che mi affascini di più del surfcasting. Nel surfcasting, e più in generale nel mondo dello shore angling, la conoscenza della spiaggia sommersa e della meteorologia ha un'influenza essenziale nella cattura di pesci di rilievo come spigole, orate, ombrine e altre specie.