Ami da pesca Aberdeen e uptide per innescare la sardina a surfcasting

Pesca a surfcasting: Aberdeen e uptide sono le migliori tipologie di ami per innescare la sardina

Gli ami a gambo lungo sono un classico della pesca al grongo con la sardina. Infatti, un amo a gambo lungo come l’Aberdeen rende più agevole confezionare l’innesco e tiene, per quanto possibile, il filo lontano dall’azione dei denti. Bisogna comunque scegliere ami dal filo robusto. In alternativa, anche gli uptide svolgono egregiamente il loro compito, pur avendo un gambo leggermente più corto a parità di apertura della curva. Questa tipologia di ami, se scelta nella misura opportuna (dall’1/0 in su), rende più agevole anche le operazioni di slamatura.

Ami da pesca Aberdeen e uptide (fishing hooks): non sono marche da pesca

Sottolineiamo che stiamo parlando di tipologie di ami Aberdeen e uptide. Non sono nomi di marche di prodotti per la pesca. Ogni marca poi attribuisce un nome o una sigla al suo Aberdeen, se lo ha in catalogo.

Ecco un video di pesca sull’innesco da pesca, in questo caso a surf casting, della mezza sardina rovesciata. Matthieu Amato (vice-campione del mondo di pesca in mare) realizza questo innesco per pescare da terra mirando ai gronghi, lanciando da una spiaggia con fondale misto sabbia-roccia.

Ami da pesca Aberdeen e uptide per innescare la sardina a surfcasting

Emilio D'Amato

Nato sul ricco ionio con la passione per il mare sin da piccolo. I primi pesciolini presi con la lenza a mano tra le gambe dei bagnanti, ma il richiamo delle onde è stato da subito presente. Ricordo con fierezza la prima spigola, catturata in mare "mostruoso" per quello che poteva percepire la mia mente da tredicenne. Da li non sono mai più tornato indietro, anzi ho spostato l'asticella sempre più in là. Così negli anni passai dall'amico ionio allo sconosciuto tirreno, che mi obbligò ad ampliare il mio bagaglio anche con i lanci tecnici e le ripartite. Poi i primi viaggi in Corsica, un isola che ti segna dentro per la sua ricchezza e purezza conuigata allo stesso tempo alla durezza della natura incontaminata. Per me lo studio e la crescita devono essere il pane quotidiano del surfcastman, non esiste uno spot uguale ad un altro ne tanto meno una mareggiata uguale alla precedente. Bisogna essere sempre avere stimoli ed obbiettivi nuovi. Così oggi continuo a sperimentare e provare, magari anche con qualche misero cappotto, che comunque aiuta e segna più di una pescata normale.