Calabria: 3° Trofeo Le Castella di pesca a surfcasting

3° Trofeo di pesca a surfcasting “LE CASTELLA 2016 CATCH & RELEASE” UCCIALI’ FISHING TEAM

Sulla costa ionica calabrese, nelle meravigliose spiagge krotoniati ricadenti tra i comuni di Isola Capo Rizzuto e Cutro, che diedero i natali al corsaro UcciAlì divenuto leggenda, si è disputato il 3° Trofeo “Le Castella 2016 Catch & Release”, gara di pesca sportiva dalla spiaggia, nella disciplina del Surf Casting a coppie, organizzata dall’A.S.D. Ucciali’ Fishing Team, un’attesissima kermesse divenuta internazionale in questa edizione, poiché inserita nel circuito internazionale di trofei amatoriali surfcasting Golden League.

Il 3° Trofeo Le Castella Uccialì Fishing Team
Il 3° Trofeo Le Castella Uccialì Fishing Team.

La manifestazione autorizzata FIPSAS, ha avuto come tema principale il Fair Play tra tutti i concorrenti, favorendo l’interazione fra i vari partecipanti, mossa da valori umani come l’amicizia, la lealtà ed il rispetto degli ambienti marini ed ha visto coinvolti ben 228 pescatori sportivi, suddivisi in coppie, appartenenti squadre sportive provenienti sia dall’estero come il team HSV De Edelkarper Berger Op Zoom dall’Olanda, il Club Med Fishing dalla Tunisia ed il Club Meeresangler Verband E.V. Hamburger dalla Germania, che da tutto lo Stivale.

Numerosa infatti anche la presenza di club italiani anche fra i più titolati come il Team Lamezia Surfcasting neo vincitore dell’Elite 2016, il Brutia Team Shimano di Castiglione Cosentino, Salento Due Mari, Asd Terra d’Otranto, già vincitori del titolo italiano a squadre nelle scorse edizioni, ed i club agguerritissimi come l’Asd Etruria di Grosseto, l’Apsd San Benedetto del Tronto, la Fish Eye di Rimini, il Koala Team di Roma, l’Asd Rosa dei Venti di Caserta, i siculi del Circolo Nautilus Calatabiano, del Team Blu Catania e della Surfitaly Competition Gela, i lucani del Sassi Casting, dell’Asd Scirocco Team di Matera e dell’ASD Halieuticus Surfcasting Team di Scanzano Jonico, i pugliesi della Sport Fishing di Bari, dell’ASD Anglers Puglia, La Bari Surfcastin, il Pesca Club Molfetta, l’ASD  Martin Pescatore, l’ASD Circolo Mare Vivo di Taranto, l’Upsd Amici del Mare, il Team Predator S.Giorgio Jonico e l’Asd Martina Franca. Massiccia e festosa la presenza delle fortissime squadre Calabresi giunte da tutte le province come la New Sport Fishing, l’Acconia Shark 2010, Fishing Club Lamezia, Club Mariner, l’Heron Club, l’Asd Ippocampus Davoli e l’Asd Poseidon da Catanzaro, l’Asd Team Mondial Pesca, l’Asd Magna Grecia Fishing Team, il Nettuno Sport Fishing e l’Alta Marea da Reggio Calabria,  l’Apsd Lenza Spezzanese, l’Asd Mondo Pesca, Surfcasting Cosenza e l’Asd Dino Casting da Cosenza, con le crotonesi Giamà Fishing Club, Kroton Team e l’Asd Petrarca Strongoli.

Gli organizzatori della Ucialì Fishing Team ai microfoni di Radio Studio 97.
Gli organizzatori della Ucialì Fishing Team ai microfoni di Radio Studio 97.

Il raduno dei partecipanti, si è svolto all’interno della sala ricevimenti del ristorante l’Aragonese di Le Castella, difronte il maestoso castello aragonese, dove durante il meeting delle formalità pre-gara e nell’attesa dell’accreditamento, con la distribuzione dei badge atleta, patch commemorativa e tanti omaggi, i ragazzi dell’Uccialì Fishing Team, hanno organizzato una deliziosa degustazione culinaria  a buffet di prodotti tipici calabresi, distribuendo anche colazione al sacco per la gara, il tutto allietato dalla buona musica in diretta radio e web con i DJ di Radio Studio 97 e grazie alla partecipazione della Kronos4D, che con l’ausilio anche di un drone, hanno intervistato i protagonisti prima della gara, immortalando magistralmente tutto l’evento.

Al termine dei sorteggi dei settori gara quindi, i partecipanti, accompagnati dai rispettivi ispettori di sponda, suddivisi per colore, si sono recati sulla selvaggia spiaggia della località Turrazzo di Cutro campo gara “Principale” per la categoria Seniores e sulla spiaggia dell’Annunziata di Le Castella di Isola Capo Rizzuto per i ragazzi del settore Juniores, in un paesaggio mozzafiato e nel pieno rispetto di tutte le norme che regolamentano l’A.M.P. Capo Rizzuto.

La Sfida!

Il match si è svolto con la pratica del “No Kill, Catch & Release”, ovvero lo scrupoloso rilascio “In Vita” del pescato nel rispetto dell’ambiente marino, dopo l’attribuzione del punteggio attraverso una tabella di conversione con il sistema Sperimentale” elaborato dalla Uccialì F.T. in collaborazione con il personale dell’A.M.P. Capo Rizzuto, predisponendo dei coefficienti di conversione lunghezza/punti, suddivisi per ciascuna specie catturabile ed ottenuta su base scientifica (e nel rispetto delle indicazioni federali), denominato per l’occasione Indice di Valenza Agonistica, con la novità del Bonus Medium Size ripartito per specie, che ha visto andare a punteggio a vario titolo e con prede valide, quasi la totalità dei partecipanti, rendendo avvincente fino alla fine la competizione.

Pronti-via, infatti si sono avute subito diverse catture, con continui colpi di scena ed avvicendamenti improvvisi nelle classifiche dei 12 settori, che a seguito di catture anche multiple, hanno praticamente fatto alternare diverse coppie alla testa della classifica.

Nella parte di gara con la luce infatti, si sono avute numerose catture di varie specie di pesce che l’hanno fatta da padrone, come: saraghi, scorfani, sciarrani, triglie, tracine, rombi a ridosso del “gradino” della spiaggia, e anche qualche orata. Quest’ultima insidiata sulla media e lunga distanza, grazie all’utilizzo di attrezzature più “heavy” di manifattura inglese e giapponese da parte di qualche specialista e di alcune zavorre innovative made in Italy con cui sono stati omaggiati i concorrenti, per migliorarne sia il recupero che il raggiungimento della distanza, riuscendo perfino a prendere murene nelle zone in presenza con degli scogli sparsi. Nella parte finale del campo gara invece (che ricordiamo ha raggiunto un’estensione di 4,5 km di spiaggia), alcuni atleti hanno preferito la ricerca di pesce definito di “galla” riuscendo a pescare  boghe, alcuni esemplari di aguglie ed occhiate, insidiate con terminali a braccioli in gergo chiamati “flotterati” prediligendo una tecnica più light, valutando anche l’effetto calmante che ha rivestito il vento proveniente da nord, sul quel tratto di spiaggia.

All’imbrunire sono poi venuti fuori tutti i tecnicismi che hanno evidenziato le soluzioni più innovative di questa disciplina, che la rendono davvero affascinante ed evoluta, come l’utilizzo di sofisticate bobine coniche tutte italiane, realizzate in delrin (un materiale ultraleggero e molto resistente) in abbinamento a mulinelli giapponesi di ultima generazione anch’essi costruiti in lega super leggera proveniente dal campo aerospaziale, capaci di raggiungere distanze davvero ragguardevoli, nonostante la difficoltà dovuta alla bassa visibilità da parte dei pescatori, tutti dotati di attuali lampade frontali a led. Infatti con tali soluzioni, la cattura delle mormore è praticamente stato il “leit motiv” della seconda parte di gara, unitamente ai pagelli che non riuscivano a resistere alla novità degli attrattori affondanti e fotoluminescenti ricaricate di volta in volta da modernissimi faretti UV, utilizzati dai garisti.

Le Classifiche

Ad aggiudicarsi la terza edizione del trofeo è stata l’affiatatissima coppia composta da CASETTI Bruno e BILLI Fabrizio dell’APSD Etruria di Grosseto, che con una gara in scalata, con repentini cambi di strategia proprio sul fil di lana, sono riusciti a salire sul gradino più altro del podio vincendo il preziosissimo e speciale UccialìFT Trophy.

Medaglia d’argento per i ragazzi del Fishing Club Lamezia Giacomo MANDUCA e Bruno PALMIERI, che sebbene non proprio abituati a gareggiare sulle coste crotonesi, grazie alla loro esperienza si sono adattati spadroneggiando nella loro postazione, ottenendo un punteggio eccezionale e sfiorando davvero per pochi punti la vittoria. Al terzo posto assoluto si è classificato il box misto composto dal veterano del club azzurro federale e già nazionale Giuseppe FRANCONE della Rosa dei Venti Team di Caserta in coppia per l’occasione con Francesco GATTO, l’astro nascente del Brutia Team, che con abilità e strategia hanno scelto di adottare un’attività in pesca molto pulita e circostanziata nelle soluzioni di pesca e nell’utilizzo dei terminali, dando filo da torcere fino alla fine per la conquista dell’ambito trofeo. Da segnalare poi per la categoria Seniores, le spettacolari prestazioni delle coppie composte da Roberto GRAVINA e Mario ROCCO GUIDO e del nazionale Stefano GUIDO con Matteo FORTINO del Brutia Team, come pure quella di Pierluigi CESSA e Giuseppe DE FRANCESCO del Magna Grecia Fishing Team di Reggio Calabria, classificatisi tutti primi nel loro settore, giunti nei primi sei posti nella classifica assoluta e classificatisi di diritto alla finale Golden League.

Coinvolgente è stata anche la gara che ha visto protagoniste le compagini straniere che alla prima loro esperienza in Calabria, hanno dato sfoggio della loro tecnica sopraffina frutto di notevole esperienza internazionale maturata sulle spiagge di tutto il mondo, e che è stata letteralmente dominata dagli atleti tunisini Nabil JELLAZI e Nizar BAHARI, i quali vincendo il loro settore, hanno anche superato il tedesco Oliver NOWACKI giunto secondo unitamente al un collega romano e gli olandesi Hans e Mirande WILLEMSE medaglia di bronzo.

Straordinaria ed avvincente è stata anche la gara che ha visto coinvolte le giovanissime coppie del settore Juniores, anch’esse tutte a punteggio, dove ha trionfato il box di ragazzi selezionanti per la nazionale giovanile, composta da Eugenio GULLI’ (Alta Marea RC) e Matteo SPEZIALE  (New Sport Fishing di CZ), sulla coppia mista composta dal Nazionale U16 Marco GENTILE (Martin Pescatore Taranto) e Vincenzo CRISTOFARO (ASSD Ippocampus Davoli), giovanissimi e davvero promettenti. Al terzo posto infine è giunto il box misto, composta da Giuseppe MERCURIO e Giuseppe ARENA, talentuosi corsari, all’esordio in una competizione, che fino al termine della gara, si sono spesi tantissimo per riconquistare punti.

La speciale classifica a squadre infine ha visto vincere il Brutia Team Shimano capitanato dal patron Agostino Fortino, mentre al secondo posto si è classificato il Team Mondial Pesca di Reggio Calabria guidato dal nazionale Massimo MUCCIOLA, che per effetto dei migliori piazzamenti, ha superato la giovanissima ASD Club Mariner di Lamezia condotta dal club azzurro Andrea Cavalieri.

Eccoli i pescatori che si sono piazzati nelle prime posizioni assolute al 3° Trofeo di surfcasting Le Castella
Eccoli i pescatori che si sono piazzati nelle prime posizioni assolute al 3° Trofeo di surfcasting Le Castella.

Anche quest’anno la presenza femminile è stata importante ed ha visto presenti ben tre “Fishing Ladies” preparatissime, Cristina FRANCESCHINI, l’ex nazionale olandese Miranda WILLEMSE e la già nazionale italiana Aida MORABITO, le quali hanno dato battaglia, con grinta e determinazione.

Web e premiazione.

Enorme successo poi ha riscosso l’esclusiva tecnologica, che caratterizza le competizioni della UFT, ovvero una “App.” dalla MultimediaPoint di Le Castella, sviluppata in collaborazione ed in esclusiva per la Uccialì Fishing Team, grazie alla quale, gli ispettori di sponda, sono riusciti ad aggiornare i punteggi in diretta delle classifiche settoriali online del sito www.uccialifishingteam.it, sulla cui homepage è stato possibile seguire “Live Score” la gara da qualsiasi computer, smartphone o tablet, oppure sul Maxi Schermo predisposto sul luogo del raduno. Questa iniziativa, è stata molto apprezzata per la peculiarità, di fatto ha consentito di coinvolgere tanta gente da casa, gli stessi pescatori in gara, semplici curiosi, riuscendo a renderla ancor più avvincente fino ad avere un picco di oltre 15000 visualizzazioni solo sul sito della squadra (dati ufficiali report google), unitamente ai migliaia di collegamenti ottenuti sulle pagine ufficiali sui social network.

La premiazione si è svolta nel ristorante del raduno mattutino, a ridosso del magnifico castello Aragonese, dove in un clima di goliardia ed allegria, accompagnati dalla soave musica funky e acid jazz di una band crotonese, ha interessato ogni singolo partecipante alla manifestazione ed ha visto assegnare ai garisti meglio piazzati nella classifica assoluta, anche ricchi premi tecnici e d’istituto. La manifestazione quindi si è conclusa con i saluti di commiato da parte della presentatrice dell’evento Annalisa Saponara, la quale, dopo i fuochi d’artificio finali con i quali sono stati salutati metaforicamente tutti i pescatori, rinnovando l’invito per la quarta edizione, ha ringraziato per la preziosa collaborazione associazioni di volontariato di Le Castella e La FIPSAS, ribadendo con entusiasmo lo spirito che anima i ragazzi della Uccialì F.T., facendo suo un aforisma che racchiude in poche parole tutta la loro passione e motivazione “Quando si varca l’arco d’ingresso del tempio dei sogni, lì… proprio lì, c’è il mare!”.

Calabria: 3° Trofeo Le Castella di pesca a surfcasting

La Redazione di PescaTV.it (sezione pesca a surfcasting)

SurfCasting TV è il canale italiano di chi ama la pesca dalla spiaggia: per chi la vuole imparare, cosiccome per chi la pratica già da tanto tempo e vuole leggere interviste a pescatori noti del settore, ritrovare approfondimenti sulle tecniche di pesca e sui migliori itinerari. La redazione di SurfCasting TV (del gruppo Pesca TV - http://pescatv.it ) è formata da pescatori, articolisti, fotografi, agonisti della pesca sportiva e videomaker appassionati di pesca. Abbiamo come te a cuore il rispetto della natura e la pratica del nostro passatempo preferito, quello che si fa con canna da pesca e mulinello tra le mani, sapendo di pescare bene ed in maniera etica. Oltre rispetto delle leggi scritte, vogliamo diffondere il rispetto di "leggi che non sono scritte", come per esempio il rilascio di pesci di piccole dimensioni (anche quando superano le misure minime di legge).