Orata sbranata da un gigantesco pesce serra

Orata sbranata da un gigantesco pesce serra durante il recupero pescando a fondo in mare dalla spiaggia.

Interessante video che mostra un’orata catturata a surfcasting ma… attaccata da un pesce serra che l’ha letteralmente divorata per metà. Si tratta di una cosa che nella pesca a surfcasting può succedere. Certo, capita magari con mormore, saraghi, sparli, sugarelli e conqunque con pesci di taglia un poco inferiore rispetto a quest’orata che, come possiamo vedere, non è proprio piccola.

Orata sbranata con un taglio netto: pesce serra “chirurgo”!

Il pesce serra è un predatore talmente capace di attaccare pesci grandi che a volte attacca esemplari della sua stessa specie grandi come lui o poco meno. La pesca al pesce serra necessita di canne e mulinelli da surfcasting, attrezzature adatte a tirare a riva anche pesci da dieci o undici chili. Sinceramente pesci della stazza appena menzionata non sono frequenti. Ma è giusto farsi trovare pronti in attesa del pesce della vita. Chissà quanto pesava il “serrone” che ha sbranato questa orata? un gigantesco pesce serra

Potrebbe interessarti questo articolo sulle strategie di caccia della specie Pomatomus saltatrix.

Pesca orata tagliata da pesce serra
Pesca orata tagliata da pesce serra.

Orata sbranata da un gigantesco pesce serra, nel “video de pesca” spagnolo

La Redazione di PescaTV.it (sezione pesca a surfcasting)

SurfCasting TV è il canale italiano di chi ama la pesca dalla spiaggia: per chi la vuole imparare, cosiccome per chi la pratica già da tanto tempo e vuole leggere interviste a pescatori noti del settore, ritrovare approfondimenti sulle tecniche di pesca e sui migliori itinerari. La redazione di SurfCasting TV (del gruppo Pesca TV - http://pescatv.it ) è formata da pescatori, articolisti, fotografi, agonisti della pesca sportiva e videomaker appassionati di pesca. Abbiamo come te a cuore il rispetto della natura e la pratica del nostro passatempo preferito, quello che si fa con canna da pesca e mulinello tra le mani, sapendo di pescare bene ed in maniera etica. Oltre rispetto delle leggi scritte, vogliamo diffondere il rispetto di "leggi che non sono scritte", come per esempio il rilascio di pesci di piccole dimensioni (anche quando superano le misure minime di legge).