Pesca alle mormore XXL in aprile

Pesca alle mormore XXL, una caratteristica della primavera nel surf fishing di aprile

In primavera il freddo pungente e il vento di tramontana cominciano a lasciar posto all’allungarsi delle giornate e ai primi venti caldi. Pescare in primavera vuol dire andare in cerca di mormore XXL lanciando dagli arenili. Questo periodo dell’anno, che spesso va dall’inizio di marzo alla metà di aprile, è un momento molto spesso sottovalutato dai pescatori neofiti, perché essendo marzo un mese poco stabile, il naso in spiaggia si tende a metterlo di rado, ma è proprio quando crediamo che sia il momento meno proficuo che spesso ci sbagliamo.

Pesca alle mormore
Pesca alle mormore: momenti finali del recupero di un pesce.

Racconto di una pescata di mormore in marzo

Sono i primi di marzo, e decido di scendere in spiaggia dopo un forte mareggiata di scirocco. Oramai il mare è in scaduta avanzata, quindi l’esca che porto con me non è più un esca importante, bensì i nostri sempre amati anellidi. Mi trovo sul lungomare di Sabaudia, uno degli spot più belli delle coste Laziali, prima di piazzarmi osservo attentamente il mare alla ricerca di un canalone o un punto di pascolo dove insidiare qualche preda, ma in particolare le tanto ambite mormore XXL. Un aspetto molto importante da non sottovalutare è la conformazione dell’arenile; spesso un arenile basso e senza alcun rilievo sta ad indicare proprio che davanti a noi non avremo dei punti dove il fondale cambi rapidamente, bensì ci ritroveremo di fronte ad un fondale paro che di conseguenza digraderà molto lentamente. L’attrezzatura che decido di utilizzare per questa battuta con mare ormai calmo è molto più leggera e piacevole da gestire rispetto alle canne da vero surfcasting, ovviamente senza togliere troppo al lancio che spesso in alcune situazioni potrà essere determinante. Con me ho dei mulinelli di taglia non inferiore agli 8000 con un buon 0.18 corredato ovviamente da shock leader, travi bi amo che, in base alle condizioni che potrei trovare, variano di lunghezza da 1.6 a 2.10 mt. La scelta dell’amo è fondamentale, i più usati sono i classici beack ma è facile trovare pesci particolarmente apatici che di conseguenza faranno molta fatica ad allamarsi correttamente, per cui il Crystal per la sua forma può fare la differenza. Come terminale per i braccioli uso uno 0.18 ma in caso di corrente o di granchi uno 0.22. Sono solito pescare con due canne, una posizionata su una lunga distanza che varia dai 100 ai 120 metri, l’altra invece su una fascia più bassa che va dai 60 agli 80 metri.

Un trucchetto per pescare le mormore dalla spiaggia

Nelle svariate battute di pesca a questo splendido grufolatore, ho potuto constatare che al calar del sole le prime mangiate che si avvertono sono sulla canna posizionata a lunga distanza, e solo con l’avanzare del buio arriveranno sulla fascia più bassa dove è posizionata la seconda canna. Da quel momento, se la serata è quella giusta e lo spot è azzeccato, sarà un susseguirsi di mangiate che ci daranno un bel po’ da fare, fermandosi solo a buio inoltrato. In questi casi l’uso di un po’ di “trainetta” darà di nuovo un piccolo istinto di caccia alle mormore dove capiterà occasione di avere la mangiata proprio con la canna in mano.

Vuoi proporre anche tu video o articoli a SurfCasting? Scrivici a info@SurfCasting.tv proprio come ha fatto Manuel Mancuso per questo articolo.

Pesca Mormore surfcasting
Collana di mormore pescate con attrezzature da surfcasting medio da Manuel.

Potrebbe interessarti un video con Alessandro, Daniele e Alessio su questa tecnica di pesca

 

La Redazione di PescaTV.it (sezione pesca a surfcasting)

SurfCasting TV è il canale italiano di chi ama la pesca dalla spiaggia: per chi la vuole imparare, cosiccome per chi la pratica già da tanto tempo e vuole leggere interviste a pescatori noti del settore, ritrovare approfondimenti sulle tecniche di pesca e sui migliori itinerari. La redazione di SurfCasting TV (del gruppo Pesca TV - http://pescatv.it ) è formata da pescatori, articolisti, fotografi, agonisti della pesca sportiva e videomaker appassionati di pesca. Abbiamo come te a cuore il rispetto della natura e la pratica del nostro passatempo preferito, quello che si fa con canna da pesca e mulinello tra le mani, sapendo di pescare bene ed in maniera etica. Oltre rispetto delle leggi scritte, vogliamo diffondere il rispetto di "leggi che non sono scritte", come per esempio il rilascio di pesci di piccole dimensioni (anche quando superano le misure minime di legge).