Pescare 2 grosse orate dalla spiaggia… mi è successo così

Pescare orate di grossa taglia non è forse un sogno per ogni grande pescatore che ami la pesca da terra?

Sicuramente sì

Allora è interessante leggere che cosa è successo a Luigi, utente di SurfCasting TV

E se in questo racconto di pesca ci fosse qualche trucchetto di pesca utile per le orate?

“E’ domenica mattina, da qualche giorno studiavo le condizioni meteo con gli amici per dare la caccia alle orate di taglia che si avvicinano alle coste in questo periodo in condizioni di mare mosso. Mi affaccio dal terrazzo e vedo che il mare era quello giusto con picco di marea ore 14… ok si parte.

Chiamo gli amici, sistemo tutto in un attimo e di corsa verso lo spot designato litorale salernitano nei pressi di foce Sele. Ore 9.00 eccoci in spiaggia, mare mosso e spettacolare proprio come speravo che fosse. Monto due canne una innescata con arenicola l’altra con doppio innesco bibi ed americano entrambe con short rovesciato e 150 gr di piombo. Lancio oltre il frangente circa 130 mt; ottimo.

Sto in pesca corrente poca apro le frizioni e mi allontano per commentare con gli amici. Neanche il tempo di iniziare a parlare che il mio amico Giovanni mi urla da dietro come un disperato “La canna! La canna!“.

Corro e ferro… è lei la preda che cercavo l’orata!

A gran voce attirò l attenzione degli amici che accorrono ad inizio il recupero la frizione slitta a capisco che si tratta di un bel pesce quindi gestisco le fughe con calma mentre penso al terminale troppo sottile (0.18) e l amo del 6 che avevo messo per innescare l arenicola…

Che ansia!!!

Eccola la vedo già stanca e riesco a spiaggiarla velocemente, sembrava più piccola, dita sotto la branchie e urlo di gioia. La pescata non poteva iniziare meglio orata 2.100 kg e sono ancora le 10.

Passano 4 ore fino al picco di marea ma oltre escono solo orate e mormore da rilascio. Inizio a pensare che la pescata sarebbe finita cosi…

Ma ad un tratto uno dei miei amici ne becca una simile alla mia e quindi torno a sperare.

Monto un’altra canna per lanciare in ground ancora più esternamente assetto: 0.18 in bobina, shock in multifibra, 150 gr con minitrave clippato. Terminale del 0.20 amo del 3 e doppio innesco bibi americano.

Lancio più forte che posso, poi taro la frizione e mi siedo sul cassone speranzoso.

Ore 17 la mia canna da surfcasting spiomba e di brutto… recupero il bando e ferro un pochetto ma mi sento come se qualcuno mi volesse tirare in acqua.

Wauuu che emozione, mi vengono ancora i brividi… vi lascio immaginare l’ansia nel recupero.

Dopo 10 minuti eccola dopo tanti tira e molla la vedo è lei con l aiuto delle onde e di un amico riesco a spiaggiarla cavolo che orata un urlo per scaricare l adrenalina e le sensazioni di averla tra le mani erano indescrivibili…

So solo una cosa ragazzi, crederci sempre e rispettare il mare paga.

A me è successo con queste indescrivibili emozioni 4.5 kg di pura adrenalina!”

 

La Redazione di PescaTV.it (sezione pesca a surfcasting)

SurfCasting TV è il canale italiano di chi ama la pesca dalla spiaggia: per chi la vuole imparare, cosiccome per chi la pratica già da tanto tempo e vuole leggere interviste a pescatori noti del settore, ritrovare approfondimenti sulle tecniche di pesca e sui migliori itinerari. La redazione di SurfCasting TV (del gruppo Pesca TV - http://pescatv.it ) è formata da pescatori, articolisti, fotografi, agonisti della pesca sportiva e videomaker appassionati di pesca. Abbiamo come te a cuore il rispetto della natura e la pratica del nostro passatempo preferito, quello che si fa con canna da pesca e mulinello tra le mani, sapendo di pescare bene ed in maniera etica. Oltre rispetto delle leggi scritte, vogliamo diffondere il rispetto di "leggi che non sono scritte", come per esempio il rilascio di pesci di piccole dimensioni (anche quando superano le misure minime di legge).