Pesca dalla spiaggia di Malpasso (Savona – Liguria): video e articolo

Itinerario di pesca a surfcasting: la spiaggia di Malpasso in un video di Surfcasting TV

La Liguria è una regione molto particolare, altamente urbanizzata e “impattata” dall’uomo nei centri cittadini, ma che può regalare scorci mozzafiato semplicemente spostandosi di pochi chilometri. Il tipico paesaggio della costa ligure, tanto di quella di levante quanto di quella di ponente, è costituito da colline e montagne, che ripidamente si tuffano in un mare che il più delle volte risulta ben profondo già a poche decine di metri dalla riva. Non per niente le coste della regione sono, insieme a quelle del Perù, le più alte del mondo. Nel caso dello stato sud americano ad insistere sul mare è la famosa Cordillera delle Ande, da noi l’Apennino e le Alpi Liguri.

Noli: siamo a pesca nella quinta Repubblica Marinara

Questa breve introduzione per far comprendere ciò che si ha intorno quando ci si reca nella spiaggia che è l’oggetto di questo itinerario, Malpasso, pochi chilometri ad ovest di Noli, la quinta Repubblica Marinara, oggi piacevolissimo borgo, nel quale la pesca tradizionale riveste ancora un ruolo di rilievo. L’arenile appare incastonato tra pendii di chiaro calcare e granito, tra le fessure dei quali crescono pini marittimi, pini di Aleppo e arbusti tipici della macchia mediterranea, in mezzo a cui si possono vedere volare colonie di gabbiani reali, che danno vita ad un insolito quanto affascinante connubio di vita marina e montana, i cui confini risultano troppo stretti per permetterne una netta separazione. Pendii ripidissimi, dicevamo, tanto che lo spot di Capo Noli, a qualche centinaio di metri, risulta uno dei prediletti da chi si dedica all’arrampicata su roccia. Se tutto quello che la circonda appare naturalisticamente stupefacente, comunque, la spiaggia non è di certo da meno; sabbia chiara e a grana grande, abbastanza pesante per non creare, se non in condizioni di mare estremamente mosso, risospensione che intorbidisca l’acqua, che appare quindi quasi sempre cristallina. L’energia dell’arenile (secondo un modo di dire che equivale alla profondità) è decisamente alta: la spiaggia si immerge rapidamente su fondali importanti. Questo, come vedremo, favorisce la presenza di diverse specie di pesci.

Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (17)

Bella di primavera (pesca dalla spiaggia di Malpasso)

Una stagione nella quale vale senza dubbio la pena prendere in considerazione Malpasso per la pesca dalla spiaggia è quella primaverile. Data la sua profondità è una delle prime spiagge nelle quali, a inizio stagione, le orate si fanno vive. Già a marzo si può infatti tentare con successo il pregiato sparide, e, sebbene il più delle volte si tratti di oratelle dai 300 ai 700 grammi, non è da escludere la cattura di pesci di taglia ben maggiore. La pescata nei mesi compresi tra marzo e maggio, per l’appunto, va impostata soprattutto in diurna; così a farci compagnia, insieme alle orate, saranno le mormore, che in primavera sembrano pascolare con maggior frequenza proprio durante il giorno. Tra le insidie che proporremo ai pinnuti non dovrà mai mancare l’arenicola, e saranno da prediligere le giornate di mare calmo o poco mosso; nel caso di maggior turbolenza può essere conveniente portare con sé anche qualche esca un po’ più consistente, senza mai arrivare agli estremi del surf invernale ma non escludendo vermi americani e bibi. Di notte, per chi volesse fare “allenamento agonistico” o semplicemente divertirsi senza grandi pretese di catture “epiche”, è il turno soprattutto dei pesci di galla, costituiti per lo più da boghe, occhiate e sugarelli a media distanza e da pagelli bastardi, talvolta di taglia interessante per la specie, a distanze maggiori.

Video: Pesca dalla spiaggia di Malpasso (Savona – Liguria) 

Estate: pesca in notturna

La bellezza della spiaggia fa sì che, manco a dirlo, d’estate venga presa d’assalto da orde di bagnanti. In fondo un po’ è giusto così. La conseguenza per gli amanti del surf casting è quella di vedere le possibilità di praticare la propria passione relegate alle ore di buio. Una scelta forzata, ma anche conveniente, poiché notoriamente il pesce, per lo meno quello più pregiato, durante i mesi più caldi ama accostare in assenza di luce… sarà un comportamento naturale o dovuto al disturbo delle persone durante il giorno? Nessuno probabilmente è in grado di dare una risposta, sta di fatto che anche pesci abitualmente diurni come le orate, in questa come in altre spiagge limitrofe, nella stagione d’interesse vengono catturati con buona frequenza durante la notte. Le specie non si discostano molto da quelle catturabili in primavera, un fatto curioso è però che la taglia delle orate è mediamente più piccola, mentre quella delle mormore è sensibilmente maggiore, con esemplari che possono superare tranquillamente il mezzo chilo di peso. Anche la pesca a galla può continuare a dare buoni risultati, in genere però le boghe in questo periodo spariscono e i pagelli bastardi, almeno quelli di buone dimensioni, si allontanano talmente dalla riva da risultare irraggiungibili anche dai migliori lanciatori.

Autunno florido per il surfcasting

Penso che in tutta Italia la stagione migliore per il surf sia l’autunno e Malpasso non fa eccezione. In questo periodo un po’ di mare mosso non guasta, spesso se si tratta di scadute attivate da mareggiate non troppo violente. In queste condizioni, specialmente durante il pomeriggio e verso sera, non è raro, ancora una volta, l’incontro con l’orata, con la differenza che stavolta si può trattare di esemplari davvero belli, grosse femmine, contornate magari da maschi più piccoli (ricordiamo l’inversione sessuale da maschio a femmina che l’orata fa intorno ai 3 anni di età e 600 grammi di peso). Orate e di nuovo mormore, che sembrano in questo arenile andare un po’ “a braccetto”. Vale la pena selezionare un po’ la taglia con esche importanti, come bibi, neanche eccessivamente piccoli e cannolicchi, oppure altre esche tipiche del surf più classico. I pesci tipici di galla notturni divengono leggermente meno frequenti, in favore di quelli diurni, come aguglie e lecce stella, miste a qualche bel cefalo, specie che consentono all’agonista di allenarsi in tipologie di pesca molto tecniche.

Pesca dalla spiaggia: inverno difficile

Chi vi scrive non ha ancora capito bene se a Malpasso l’inverno arrivi oppure no. In pratica non si nota la netta differenza tra le specie catturabili nelle altre stagioni e in quella fredda, che rimangono pressoché le stesse, solamente con frequenze di cattura decisamente più basse. Qualche sarago e qualche rara spigola si possono sì prendere, ma non costantemente come avviene quando si pratica surf invernale in altre spiagge d’Italia, piuttosto potranno capitare ancora le sempre presenti orate (!) e le mormore, meglio se con mare in scaduta e in orari diurni. Chi ci darà indicazioni dell’arrivo dell’inverno è invece un altro pesce, questo sì, presente con costanza in questi mesi, si tratta del grongo. L’anguilliforme ama l’acqua fredda e caccia vicino a riva in pratica esclusivamente di notte, alla ricerca di pesci e cefalopdi, che, dunque, saranno le esche da adoperarsi: niente di complicato, bastano delle semplici sardine e/o dei calamari, da innescare interi in casi siano di piccola taglia oppure contrariamente a striscioline. La pesca del grongo non rappresenterà l’apoteosi della tecnica e la specie stessa non sarà di pregio eccelso, ma piuttosto che vedere canne ferme per ore il divertente combattimento con questi potenti “biscioni” non credo sia da snobbare.

Davide Di Blasi

 

Un lungo video di pesca in alta definizione in una giornata di vento forte alla spiaggia del Malpasso (Savona) è visibile sul nostro canale youtube. In questa battuta di pesca Davide Di Blasi cattura due orate con canne da pesca Powered 170 e Diblada 150. L’attrezzatura SURFITALY usata nel video è disponibile all’acquisto rapido direttamente sul sito http://www.SURFITALYfishing.com.

 

Le immagini tratte da questo video di pesca a fondo dalla spiaggia

Guarda più foto (watch more pics on) sul facebook album

Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (2) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (3) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (4) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (5) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (7) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (9) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (11) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (15) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (16) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (18) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (21) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (23) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (24) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (26) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (28) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (30) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (31) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (32) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (33) Pesca surfcasting surfitaliy fishing malpasso (35)

Davide Di Blasi

Non c'è una pesca che mi affascini di più del surfcasting. Nel surfcasting, e più in generale nel mondo dello shore angling, la conoscenza della spiaggia sommersa e della meteorologia ha un'influenza essenziale nella cattura di pesci di rilievo come spigole, orate, ombrine e altre specie.